lunedì 28 dicembre 2009

BUON ANNO DALL'ASSOCIAZIONE ITALIANA PERSONE DOWN


Auguri a chi ci sostiene da anni perché ha fiducia in noi...

...auguri a chi si è ricordato di noi donandoci il 5 per mille...

...auguri a tutti quelli che almeno una volta hanno detto “perché no?” e ci hanno dato un mano...

...auguri a chi ci ha appena conosciuto...

...auguri a tutti quelli che credono nell’associazione e nei suoi progetti...

....AUGURI...perchè è anche grazie a Voi se le nostre attività potranno continuare nel nuovo anno!

L'AIPD VI INVITA A FAR VISITA AL PRESEPE ALLESTITO PRESSO IL MULTICINEMA RANIERI - Z.I. Tito Scalo (PZ)

info: www.aipdpz.it

martedì 6 ottobre 2009

SPOT AIPD

video

SPOT “I lavoratori con sindrome di Down? Assumiamoli!”

30 secondi per affermare senza esitazioni che le persone con sindrome di Down hanno il diritto di entrare nel mondo del lavoro, al pari di chiunque altro, e che possono essere una preziosa risorsa. Un invito rivolto alle aziende del settore privato e pubblico, perché le buone intenzioni si traducano in azioni concrete.

lunedì 5 ottobre 2009

Giornata Nazionale delle persone con sindrome di Down a Potenza



10 OTTOBRE

SPETTACOLO "DI TEATRO IN TEATRO"
CINETEATRO DON BOSCO ORE 21:00


11 OTTOBRE

DALLE ORE 9:00 ALLE 13:00 NELLE PIAZZE DELLA CITTA' (consultare locandina)

DALLE ORE 16:00 ALLE 20:00 IN PIAZZA M. PAGANO e PIAZZA DON BOSCO

INFO: www.aipdpz.it - tel: 097156536

martedì 22 settembre 2009

comunicato stampa del Comitato Acqua Pubblica Potenza

Il 9 settembre il Consiglio dei Ministri ha varato un decreto legge che annulla la possibilità prevista per le amministrazioni locali dalla legge 133/2008 di mantenere la gestione pubblica, attraverso s.p.a. controllate da enti locali, nei “servizi pubblici locali” . Fra questi anche il servizio idrico, al quale si continua a non riconoscere la specificità di bene pubblico……..

L’art.15 del nuovo decreto prescrive infatti che queste gestioni cessino automaticamente entro il 31 dicembre 2011 senza necessità di deliberazione da parte dell’Ente affidante.

Il Comitato Acqua Pubblica di Potenza, ribadendo il principio secondo cui l’acqua è un bene comune universale patrimonio dell’umanità e che la sua gestione non può essere assoggettata alle leggi del mercato,

  • evidenzia che il decreto legge del 9 settembre rende obbligatoria la privatizzazione del servizio idrico anche in Basilicata attraverso il ricorso a gare di appalto che non potrebbero che essere vinte dalle imprese multinazionali già operanti anche nelle regioni limitrofe (Veolia – Suez Lyonnaise des eaux) e, in altri settori, anche in Basilicata;

  • chiede ai rappresentanti degli organi di governo regionale, provinciali e comunali della Basilicata, ai parlamentari lucani ed ai responsabili dei partiti politici di prendere posizione contro la privatizzazione dell’acqua, così come è stato fatto sull’energia nucleare;

  • invita, altresì, il Presidente della Giunta Regionale, nonché tutti i sindaci dei Comuni lucani, in qualità di azionisti della società gestrice delle risorse idriche regionali, ad impugnare il decreto in esame per palese incostituzionalità;

  • chiede che negli Statuti di tutti gli Enti Locali lucani venga espressamente inserita la definizione: “l’acqua è un bene comune universale patrimonio dell’umanità e la sua gestione è priva di rilevanza economica e non è, pertanto, assoggettabile alle leggi del mercato”;

  • invita tutti gli Enti Locali lucani ad aderire al Coordinamento Nazionale Enti Locali per l’Acqua Bene Comune e la Gestione Pubblica del Servizio Idrico;

  • sollecita i parlamentari lucani ad esercitare ogni possibile pressione affinché venga discussa in Parlamento la Proposta di Legge di iniziativa popolare concernente “Principi per la tutela, il governo e la gestione pubblica delle acque e per la ripubblicizzazione del servizio idrico” attualmente depositata presso la Commissione Ambiente della Camera dei Deputati.


Il Comitato avvierà a breve una campagna per chiedere la trasformazione di “Acqua Spa” e “Acquedotto Lucano Spa” in Aziende Speciali Pubbliche, unica modalità consentita dalla legislazione vigente per conservare il controllo pubblico del servizio.


Potenza, 21 settembre 2009


INFO: acquaeticapz@gmail.com


venerdì 18 settembre 2009

domenica 20 settembre a Cancellara

Una giornata per gustare i prodotti alimentari biologici e per interrogarsi sulle prospettive del “bio”.
E’ la Giornata nazionale del biologico promossa dalla Cia-Confederazione Italiana Agricoltori e dall’Associazione di settore Anabio (caratterizzata dallo slogan “Io mangio bio”) che in Basilicata prevede una manifestazione centrale domenica 20 settembre a Cancellara (presso l’Azienda “BioAgriSalute”).

A discuterne a Cancellara (Sala Consliare del Comune ore 17,30) saranno i dirigenti della Cia Donato Distefano, Paolo Carbone e Donato Muscillo, l’assessore regionale all’Agricoltura Vincenzo Viti, dirigenti dell’Icea, tecnici e funzionari dell’Alsia. E’ previsto anche un incontro tra produttori (secondo il censimento Alsia aggiornato al 2008 in Basilicata sono 1.142 i “licenziatari”, vale a dire produttori che hanno commercializzato prodotti certificati da “agricoltura biologica”) e gruppi di acquisto “sud sud” e naturalmente la degustazione di prodotti bio.

giovedì 9 luglio 2009

BASSI CONSUMI E RISPETTO DELL'AMBIENTE



non è una nova auto, ma sono alcune delle caratteristiche del
consumatore felice!
felice perchè rispettoso dell'ambiente, del lavoro e che ama mangiare sano


8xTUTTI

vi proponiamo otto semplici consigli da seguire quando andiamo a fare la spesa

1 compra di meno...
Stiamo più attenti alle nostre esigenze reali,
è molto più conveniente acquistare pochi prodotti di qualità, in modo da limitare inutili sprechi.

2 ...durevole...
Sebbene alcuni prodotti siano definiti durevoli (come auto, frigoriferi, telefonini o mobili),
essi vengono cambiati troppo spesso.

3 ...semplice...
In genere gli oggetti più sofisticati sono anche i più fragili e difficili da riparare. Inoltre scegliamo i prodotti con meno imballaggi, perché comprare materiali che finiranno nella spazzatura?

4 ...sincero...
Evitiamo i prodotti troppo reclamizzati, la pubblicità la paghiamo noi! E non sempre i prodotti “di marca” sono anche i più buoni.

5 ...sano...
Diamo preferenza ad alimenti freschi, di stagione, locali, autoprodotti o fatti con metodi biologici, con pochi conservanti e coloranti. La natura ha i suoi tempi che vanno considerati.

6 ...giusto...
Ogni prodotto comporta un “invisibile” zaino ecologico fatto di consumo di natura, energia, di tempo e di lavoro che va rispettato. Diamo preferenza alle aziende che danno informazioni sul modo di produzione della merce.

7...vicino...
Spesso l'ingrediente più nocivo di un prodotto sono i chilometri che si porta dietro. Comprare i prodotti nostrani riduce i danni ambientali legati ai trasporti e rafforza l'economia locale.

8...informato.
Cerchiamo di prendere molte informazioni sulla merce che acquistiamo. È un nostro diritto sapere come e dove è fatto un prodotto (e a volte basta leggere l'etichetta).


NATURALMENTE...A VOI LA SCELTA

venerdì 26 giugno 2009

APPELLO PER L'ACQUA




ACQUA...
PUBBLICA O PRIVATA?


PARLIAMONE CON
padre ALEX ZANOTELLI


VENERDI
26 GIUGNO
ORE 19.30



PARROCCHIA
S.S. ANNA E GIOACCHINO
VIALE DANTE - POTENZA





Comitato Acqua Pubblica

domenica 17 maggio 2009

RiFLESSiONi iN POESiA

il 6 e 7 giugno... tutti a votare

Ancora una volta anestetizzati da una contesa sonnacchiosa e opaca nei contenuti, gli italiani percepiscono uno scarso agonismo tra programmi elettorali e si trascinano verso un voto stanco e incerto o peggio ancora a un non-voto…
Il problema è che i candidati non esprimono opinioni, non si espongono, ed i contenuti hanno così lasciato spazio a inutili passerelle elettorali, messaggi spropositati o pettegolezzi superflui.

MA IN QUESTO PERIODO NON POSSIAMO "ALLONTANARCI" DALLA POLITICA E PERMETTERCI IL LUSSO DI NON-VOTARE... PERTANTO IL NOSTRO INVITO AL VOTO LO ESPRIMIAMO ATTRAVERSO QUESTA POESIA!

Lentamente muore

Lentamente muore
chi diventa schiavo dell’abitudine,
ripetendo ogni giorno gli stessi percorsi,
chi non cambia la marcia,
chi non rischia e cambia colore dei vestiti,
chi non parla a chi non conosce.
Muore lentamente chi evita una passione,
chi preferisce il nero su bianco
e i puntini sulle “i”
piuttosto che un insieme di emozioni,
proprio quelle
che fanno brillare gli occhi,
quelle che fanno
di uno sbadiglio un sorriso,
quelle che fanno battere il cuore
davanti all’errore e ai sentimenti.
Lentamente muore
chi non capovolge il tavolo,
chi e’ infelice sul lavoro,
chi non rischia la certezza
per l’incertezza per inseguire un sogno,
chi non si permette
almeno una volta nella vita
di fuggire ai consigli sensati.
Lentamente muore chi non viaggia,
chi non legge,
chi non ascolta musica,
chi non trova grazia in se stesso.
Muore lentamente
chi distrugge l’amor proprio,
chi non si lascia aiutare;
chi passa i giorni a lamentarsi
della propria sfortuna o
della pioggia incessante.
Lentamente muore
chi abbandona un progetto
prima di iniziarlo,
chi non fa domande
sugli argomenti che non conosce,
chi non risponde
quando gli chiedono
qualcosa che conosce.
Evitiamo la morte a piccole dosi,
ricordando sempre che essere vivo
richiede uno sforzo
di gran lunga maggiore
del semplice fatto di respirare.
Soltanto l’ardente pazienza porterà
al raggiungimento
di una splendida felicita’.

di Martha Medeiros

mercoledì 13 maggio 2009

BEVIAMO... PER RICORDARE


APPELLO PER L'ACQUA:
BENE PUBBLICO.


In Italia si è ormai avviato un processo di privatizzazione dell'intero ciclo delle acque.


DISCUTIAMONE
ANCHE A POTENZA...


partecipa agli incontri!!!
ti aspettiamo il lunedì sera dalle ore 20.00 presso la parrocchia di Sant'Anna (primo piano)
Viale Dante - Potenza


oppure contattaci tel. 0971/21517 - mail: grupposol@tiscali.it

insomma non laviamocene le mani!!!

sabato 9 maggio 2009

10.05.2009 - 2 GIORNI INSIEME PER UN COMMERCIO EQUO E SOLIDALE

Il 9 maggio si celebra la Giornata Mondiale del Commercio Equo e Solidale. E quest’anno un vero “Big Bang” di feste ed eventi farà esplodere il pianeta con oltre 500 appuntamenti in più di 70 Paesi.

L'associazione Equomondo di Potenza vi invita a trascorrere “2 giorni insieme per un commercio equo e solidale”.

BIG BANG!!! è lo slogan di questa giornata
BATTI LA POVERTA', BATTI I CAMBIAMENTI CLIMATICI, BATTI LA CRISI FINANZIARIA, BATTI UN COLPO!!!

BIG BANG!!! è un nuovo inizio, è l'istante in cui l'economia alternativa esplode a nuova vita dando un impulso al cambiamento di cui tutti noi abbiamo bisogno

DOMENICA 10 MAGGIO

la Bottega Equomondo ti invita a trascorrere una giornata presso l’Azienda Agricola BioAgriSalute di Cancellara.

Condivideremo insieme:

- un pranzo bio-equo il cui ricavato andrà a sostegno delle attività della Bottega equo e solidale;
- proiezioni e dibattiti sul tema dei cambiamenti climatici;
- mercatino equosolidale;
- canzoni in allegria;

affinché uno stile di vita sobrio, la scelta di prodotti locali, l’acquisto di prodotti del commercio equo e solidale, diventino gesti quotidiani di responsabilità, per dare un contributo alla costruzione di un mondo migliore.

IL MENU:

ANTIPASTO A SORPRESA: (crostini con vellutata di piselli, paté di ceci, quadrotti di lenticchie, affettati, formaggi autoprodotti ecc.....)
PRIMI:
Zuppa di farro e asparagi
Cous cous con verdure
SECONDI :
Frittatine alle orticheStrudel di verdure di campo e formaggi
DOLCI : fatti in casa
CAFFE': del commercio Equo e solidale

Il costo del pranzo : € 25,00 per gli adulti, € 10,00 per i ragazzi.

*V I A S P E T T I A M O*

DOMENICA 10 MAGGIO

Si prega di prenotare presso la Bottega Equomondo (Via Angilla Vecchia, 170 – Potenza), telefonando al 347.9348129 o scrivendo a
bottegaequomondo@libero.it

venerdì 8 maggio 2009

9.05.2009 - 2 GIORNI INSIEME PER UN COMMERCIO EQUO E SOLIDALE

Il 9 maggio si celebra la Giornata Mondiale del Commercio Equo e Solidale. E quest’anno un vero “Big Bang” di feste ed eventi farà esplodere il pianeta con oltre 500 appuntamenti in più di 70 Paesi.
L'associazione Equomondo di Potenza vi invita a trascorrere “2 giorni insieme per un commercio equo e solidale”.


9 MAGGIO: Non vi chiediamo la solita mano, ci basta un dito.

Tornano nelle principali città d’Italia i banchetti solidali dei Titeres di APURIMAC. Le allegre marionette dell’artigianato peruviano, sostengono il progetto di APURIMAC onlus a favore dei bambini del Perù.

I banchetti solidali dei Titeres di APURIMAC, vi aspettano in oltre cento città italiane per raccogliere fondi a sostegno di “Scegli la Vita”: il progetto dedicato all’infanzia abbandonata dell’Apurimac, in Perù. Con il Patrocinio del Ministero degli Affari Esteri - Direzione Generale per la Cooperazione allo Sviluppo, Ministero della Gioventù, Fondazione Pubblicità Progresso e del Segretariato Sociale della Rai, sabato 9 e domenica 10 maggio più di 600 volontari allestiranno coloratissimi stand nelle principali città italiane.

I Titeres sono piccoli e originali giocattoli di lana peruviana e rappresentano i giochi poveri dei bambini che vivono in Apurimac, la regione più povera del Perù, tra i 3.500 e i 5.000 metri d’altezza sulle Ande. Dal 1992, l’ONG APURIMAC realizza progetti di cooperazione allo sviluppo in Perù e Africa al fianco dei missionari agostiniani, portando una speranza concreta a chi ha più bisogno. Tra questi, ci sono i bambini che vivono abbandonati a se stessi e alla miseria dell’Apurimac, dove 200 bimbi ogni mille muoiono prima di compiere il primo anno di vita, il 78% di loro soffre di denutrizione cronica e il 99% non può soddisfare le sue necessità primarie (Rapporto Unicef peruviano).

Basta un contributo di 2 euro, per avere uno dei Titeres di APURIMAC, i coloratissimi burattini che vestono le dita di chi li indossa. Sono tanti e tutti diversi: animali e personaggi fiabeschi, pronti a colorare la solidarietà e contribuire al progetto di sostegno a distanza “Scegli la Vita”, una formula di adozione “collettiva” pensata per tutti i bambini raggiunti dai missionari agostiniani in Perù. Giunta alla terza edizione, la campagna sociale ha raccolto finora più di 80.000 euro. (info http://www.titeres.it/).

A POTENZA l'iniziativa “non vi chiediamo la solita mano, ci basta un dito” si svolgerà la mattina del 9 maggio dalle ore 11.30, presso la scuola primaria III circolo - San Giovanni Bosco, plesso di via Enrico Toti (rione Francioso), grazie all'impegno dei volontari dell'associazione EQUOMONDO e delle studentesse del LICEO SOCIO-PSICO PEDAGOGICO E LINGUISTICO di Potenza che partecipano al progetto “A Scuola di Solidarietà: gli Sportelli Scuola-Volontariato”
del Centro di Servizio al Volontariato della Basilicata.


Nel pomeriggio del 9 maggio l'iniziativa proseguirà presso la bottega del commercio equo e solidale “Equomondo” di via Angilla Vecchia 170 , dove sarà possibile acquistare i Titeres per contribuire alla raccolta fondi.

Domenica 10 maggio, in conclusione, l'associazione invita tutti a partecipare al pranzo bio-equo presso l’Azienda Agricola BioAgriSalute di Cancellara, il cui ricavato andrà a sostegno delle attività della Bottega EQUOMONDO.

PER INFORMAZIONI: Bottega Equomondo Via Angilla Vecchia, 170 – Potenza
TEL 347.9348129 – MAIL: bottegaequomondo@libero.it

lunedì 20 aprile 2009

Corso base di autoproduzione: IL FELTRO

BioAgriSalute &
G.A.S. “L’ALTRA META’ DEL CIELO”

presentano

corso base di autoproduzione
il feltro

Quando?
Il 25 e il 26 aprile 2009
Dove?
A Cancellara (PZ) presso la nostra azienda Agricola Biologica
Perchè?
Abbiamo un sogno: che nessuna risorsa del territorio venga sprecata e che tutto possa essere trasformato o riutilizzato, nel rispetto e tutela dell’ambiente, per creare economia divertendoci.
Quindi!
perché buttare via o svendere la lana delle nostre pecore? Imparare a trasformarla, potrebbe essere la prima soluzione.


Abbiamo pensato di condividere il nostro sogno con chi vuole farlo e ci assomiglia un po’ e così, abbiamo pensato di incontrarci in questo laboratorio di autoproduzione del feltro …. e chissà che non riusciamo anche a creare una nostra futura bottega di altra economia……

Programma
Sabato 25 aprile: ore 10 –13 feltro piano domenica 26 aprile: ore 10 –13 feltro cavo (proviamo a fare un borsellino)
ore 13 – 14 pausa pranzo ore 13 – 14 pausa pranzo
ore 14 –17 palline e cordoni ore 14 –17 completamento lavori in feltro cavo
ore 17 (facoltativo) decorazione con ago per ferltro

Iscrizioni
La quota di partecipazione è di € 50 per i due giorni (comprensiva del corso e di un veloce pranzo conviviale).

Chi vuole iscriversi, (è meglio farlo subito per questioni organizzative e comunque non oltre il 19 aprile) deve versare la quota di partecipazione tramite bollettino postale sul C/C n.68824127 intestato a Ianniello Emiliano ed inviarci per fax copia della ricevuta.

N.B.: per gli amici dei GAS e per chi utilizza gli “scec” lo sconto del 10%
Per informazioni: scrivere a
gabrirello@yahoo.it o a botondoro@yahoo.it
chiamare Gabriella al 348.5259786 o Laura al 349.2550059 o Lucia al 328.0209753

Per chi si iscrive
Chi partecipa al corso deve dotarsi del seguente materiale:
- Un contenitore di plastica da due/tre litri
- Un grembiule (meglio se cerato)
- Una forbice
- Qualche vecchio asciugamano grande (da poterci camminare sopra)
- Due strofinacci da cucina
- Uno spazzolino per lavare le bottiglie

Un caro saluto a tutti…
… l’ altra metà del cielo… e tutti gli altri di casa.





BioAgriSalute

Azienda agricola biologica POTENZA
di Ianniello Emiliano
via Vittorio Emanuele III, 3
85010 Cancellara (Pz)

Tel. e fax 0971.942005

martedì 14 aprile 2009

IDEE CHE NON METTONO IN CRISI

IL PROGETTO SCEC
...UN PASSO VERSO L’ECONOMIA SOSTENIBILE...

venerdì 17 aprile ore 18.30
sala Mediafor - via Roma - Potenza

Il Gruppo di Acquisto Solidale “L’altra metà del cielo” e l’associazione Equomondo di Potenza, in collaborazione con l’associazione Arcipelago Toscana, hanno organizzato un incontro sui temi dell’economia sostenibile e del consumo critico, quali reali alternative alla crisi.

Durante questo incontro vogliamo provare ad analizzare alla radice quali sono i fondamenti delle crisi economico/finanziarie. Scopriremo che tali radici affondano nel nostro modello di economia e nel modo in cui oggi viene prodotto e gestito il denaro. Spiegheremo che le crisi di questo tipo sono imprescindibili dall'attuale modello di sviluppo, perché esso è basato sull'indebitamento della collettività, che è impossibile ridurre, ma aumenta sempre. Nel momento in cui tale indebitamento supera un certo livello, si verificano queste crisi.
In opposizione al presente modello di sviluppo, presenteremo il progetto SCEC promosso dall'associazione Arcipelago (http://www.arcipelagoscec.org/ ).
Il progetto SCEC, della "Solidarietà ChE Cammina" ha una duplice funzione: da un lato punta a favorire lo sviluppo delle reti commerciali a livello locale, in contrapposizione ad un'economia di tipo globale; dall'altro vuole diffondere una nuova idea del concetto di denaro e aprire la strada alla riappropriazione del valore strumentale della moneta. Tutto questo attraverso l'uso di uno strumento (gli SCEC), una semplice cartonota (simile a un buono sconto), che può essere usata nei circuiti di economia locale per coprire parte dei costi di beni e servizi. Tutto questo a costo zero per la collettività.

All’incontro parteciperanno anche l'associazione Merum Meum e l'azienda BioAgriSalute di Cancellara, che porteranno la loro esperienza di economia locale.
Infine sarà posto l’accento sul Gruppo di Acquisto Solidale (G.A.S.), quale alternativa concreta per un nuovo modello di consumo, basato sulla solidarietà.
Il G.A.S. è formato da un insieme di persone che decidono di incontrarsi per acquistare all’ingrosso prodotti alimentari o di uso comune, da ridistribuire tra loro.
Il gruppo d’acquisto diventa solidale nel momento in cui decide di utilizzare il concetto di solidarietà come criterio guida nella scelta dei prodotti. Solidarietà che parte dai membri del gruppo e si estende ai piccoli produttori che forniscono i prodotti, al rispetto dell’ambiente e a coloro che - a causa della ingiusta ripartizione delle ricchezze - subiscono le conseguenze inique di questo modello di sviluppo.


per info consumatorefelice@gmail.com

o presso la
bottega Equomondo
via Angilla Vecchia 170 - Potenza